cascinetcopertina

Alla scoperta dei luoghi di culturability
Tappa a Milano con Cascinet

cascinetcopertinaEdifici pubblici inutilizzati, fabbriche dimesse, caserme chiuse, cascine abbandonate, piazze vuote che riprendono vita, rinascendo come luoghi di cultura e spazi di comunità. È  partito lunedì 21 settembre un mini tour per vedere da vicino i luoghi in cui nascono e si sviluppano i cinque progetti selezionati dal bando culturability – rigenerare spazi da condividere. Una giornata che vuole essere di supporto e condivisione con i team, attualmente impegnati nel percorso di mentoring e formazione della call.

La nostra prima tappa è stata a Milano per conoscere i luoghi dove si sviluppa Cascinet e conoscere le persone che sono impegnate da quattro anni nella riqualificazione e nel recupero di Cascina Sant’Ambrogio, attraverso interventi culturali e azioni sociali  finalizzati a trasformarla in hub multiservizi di innovazione agricola, culturale e sociale.

La storia

Il progetto nasce nel 2012 da un gruppo di ragazzi con il sogno di realizzare un luogo in cui cultura, occasioni di socialità e prospettive di lavoro potessero unirsi, in un clima collaborativo e conviviale. La scelta del luogo ricade su Cascina Sant’Ambrogio, in affitto da un secolo alla famiglia di Paolo Gorlini, attuale Presidente di Cascinet. Il gruppo inizia a realizzare le prime iniziative coinvolgendo gli abitanti della zona, successivamente si costituisce in Associazione ottenendo una prima concessione triennale della Cascina da parte del Comune di Milano, proprietario dell’immobile e dei terreni circostanti. Ma è con l’avvio dell’impresa sociale agricola che Cascinet ottiene un affitto trentennale del bene storico, impegnandosi nella cura e nella realizzazione degli interventi di restauro dei locali e dei terreni che li circondano.

La Cascina si trova nel Quartiere Cavriano, dove rurale e urbano si mescolano in un intreccio di campi, uffici e residenze, ed è attraversata dalla ciclabile che collega il parco Forlanini al parco Monluè, parte del Grande Parco Forlanini che collegherà il centro città con l’Idroscalo. Dal cuore di Milano, Cascinet è raggiungibile facilmente sia con il passante ferroviario (fermata Forlanini) che con gli autobus in partenza da San Babila (n.27 e n.73). Dal 2018 è prevista, inoltre, l’apertura della fermata della metro linea 4. Insomma, nuove prospettive si aprono anche per la collocazione geografica della Cascina.

Il progetto

Le iniziative e le attività sviluppate nel corso di questi anni sono servite a riconquistare progressivamente pezzi della cascina restituendoli alla comunità territoriale, coinvolta attivamente in ogni fase. un ulteriore percorso di crescita è però necessario. Per questo, la proposta presentata per culturability è finalizzata ad ampliare e consolidare le attività, ibridando:
- cultura e arte, con il restauro degli affreschi del 1200 e la realizzazione di concerti e spettacoli
- agricoltura, con orti condivisi caratterizzati da opere d’arte e la messa a coltivazione degli ettari in concessione
- manifattura, con la falegnameria della Bottega Arti e Mestieri
- cura, con l’apertura, in aggiunta al coworking già in parte attivo, di un centro diurno per minori, l’asilo nel bosco e un cohousing per persone autistiche e migranti.

 

La nostra visita

cascinet3Guidati da Paolo e Giovanni, insieme a Matteo di Make a Cube, abbiamo iniziato il nostro tour dal coworking, realizzato all’interno dei vecchi alloggi degli abitanti della Cascina. Il primo incontro è stato con i ragazzi di BePart, la start up innovativa che attraverso installazioni di realtà aumentata, riempie la città di arte, design, video, suoni e parole, permettendo a chiunque di creare contenuti o semplicemente fruirli negli spazi urbani. Il tour è continuato con la visita agli orti comunitariassegnati ai cittadini a cui viene data la possibilità di coltivare ortaggi per il proprio consumo personale, e alla Food Forest, un bosco in divenire dove ogni pianta potrà essere mangiata o trasformata in tisana medicinale. L’Hub adotta un approccio legato alla permacultura, un processo integrato di progettazione che dà come risultato un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico, che spazia trasversalmente su tutti gli ambiti di interesse di Cascinet.

cascinet1La visita è proseguita con gli spazi all’aperto destinati all’Asilo nel Bosco, un nuovo progetto educativo promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Naturiamo in collaborazione con Cascinet che ne ospiterà le attività. L’idea alla base dell’asilo, è il desiderio di dare la possibilità ai bambini di vivere le loro giornate all’aria aperta a contatto con la natura, gli animali e le persone che vivono la comunità. Il progetto pedagogico dell’Asilo nel Bosco di Milano condivide e fa propri gli obiettivi dell’Asilo nel bosco di Ostia Antica, che da anni sperimenta con successo questa pedagogia. Piante di fico, tronchi e strumenti agricoli si sostituiscono ad aule e giocattoli, in ambiente vivo e condiviso.

cascinet2Abbiamo quindi visitato l’abside dell’antica chiesa romanica sulla quale è stata costruita la Cascina. Nella calotta absidale è stato individuato uno straordinario affresco raffigurante l’incoronazione della Vergine tra angeli e Santi. Cascinet vuole contribuire al recupero degli affreschi e dell’ambiente che li ospita attraverso operazioni di “pronto intervento”, consolidamento e fissaggio, per restituire interamente sia la pittura che lo spazio. Per farlo ha avviato TOcCARE, il progetto di recupero e riqualificazione degli spazi di Cascina Sant’Ambrogio, pensato e proposto nel rispetto dei valori e della mission associativa.

Infine, ci sono stati mostrati gli spazi destinati alla realizzazione di un ristorante nel quale saranno utilizzati cereali e ortaggi coltivati in Cascina, e impiegati giovani a rischio di devianza, nel totale rispetto dei valori alla base del progetto.

Dopo il caffè negli spazi destinati al cohousing, abbiamo ripreso il viaggio, in attesa della prossima tappa.

 

LINK
Sito di Cascinet
Album foto su Facebook
Scopri i 5 selezionati

 



Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie (propri e di altri siti: Google, Twitter) al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi