Babelit – racconti senza frontiere

Babelit-azzurro_342Fra la fine del 2012 e i primi mesi 2013, la Fondazione Unipolis con culturability e Bottega Finzioni hanno promosso Babelit – racconti senza frontiere, un contest letterario aperto a testi che parlassero delle identità emergenti in questa società in trasformazione, nella quale si fondono le radici e le tradizioni di provenienza. Un’iniziativa all’insegna della multiculturalità e del melting pot, in cui la scrittura gettava uno sguardo sul mondo che cambia, raccogliendo pensieri e parole capaci di unire realtà ancora troppo lontane e di costruirne di nuove.

Il contest era rivolto ai giovani under 35 di origini straniera da poco in Italia, agli italiani di seconda generazione nati qui da genitori provenienti da un’altra terra, così come a chi è italiano da generazioni. La partecipazione era aperta a racconti e testi composti in forma di lettera, scritti in una lingua italiana rivitalizzata dall’interscambio alimentato dalle culture migranti, presentati anche da due o più persone.

Babelit si è svolto interamente sul web, all’interno di una sezione dedicata sul sito di culturability. Dal 17 novembre 2012 al 24 aprile 2013, i partecipanti hanno potuto inviare il proprio racconto direttamente online e i brani ammissibili sono stati pubblicati sullo stesso sito. La scelta fra i 57 testi pervenuti è stata fatta da una commissione di autori ed esperti che ha selezionato l’autore migliore, a cui è stata assegnata una borsa di studio annuale per i corsi 2014 di Bottega Finzioni. La giovane vincitrice è stata Bianca Baggiani con il racconto Nonne vendesi per “il forte valore comunicativo del testo e la capacità di affrontare con ironia un tema delicato, come quello del lavoro dei tanti stranieri presenti oggi in Italia”.

Il contest è stato promosso in collaborazione con la casa editrice e centro studi Baskerville, l’ong COSPE – Cooperazione allo Sviluppo dei Paesi Emergenti, la rivista Internazionale e l’agenzia di comunicazione TheHookCom.

Babelit è solo uno dei progetti che nel corso di questi anni hanno visto la collaborazione tra Unipolis e Bottega Finzioni, il laboratorio di narrazione fondato a Bologna da Carlo Lucarelli insieme agli scrittori e sceneggiatori Giampiero Rigosi e Michele Cogo, sotto il coordinamento di Beatrice Renzi.

Leggi tutte le notizie sul progetto

 



Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie (propri e di altri siti: Google, Twitter) al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi